I CAVALIERI DELL‘ORDINE DI CRISTO E L’ENIGMA DELLE CARTE GEOGRAFICHE

VENERDI’ 10 NOVEMBRE ORE 21.00

“ Il candidato all’esperienza del Graal deve aprirsi con la spada spirituale all’influsso divino che è luminosa felicità, all’amore infinito che è fonte perenne di armonia e di potenza.”

Tommaso Palamidessi

18°Quaderno di Archeosofia – Esperienza Misterica del Santo Graal

I Cavalieri dell’Ordine di Cristo sorsero in Portogallo dalle “ceneri” dei Cavalieri Templari. Questi ultimi, che fin dalla nascita della nazione portoghese avevano combattuto al fianco dei suoi regnanti per la riconquista dei territori, confluirono nella nuova cavalleria istituita appositamente dal Re Dionigi per scongiurare la scomparsa nel suo paese dell’Ordine del Tempio negli anni della sua persecuzione e distruzione. Pochi, però, sanno che fu proprio grazie ai Cavalieri dell’Ordine di Cristo e alle conoscenze che ad essi furono tramandate dagli stessi Templari che l’umanità compì un passaggio epocale nella sua storia ossia il transito dal Medio Evo all’Età Moderna …

Fu grazie ad alcuni personaggi che vi parteciparono, come il Gran Maestro l’Infante Dom Enrique, fondatore della Scuola di Sagres, che questa nuova cavalleria sviluppò le sue capacità nautiche sia teoriche che pratiche, prima fra tutte l’invenzione della caravella, innovazione “tecnologica” decisiva che permise poi a Cristoforo Colombo di scoprire il Nuovo Mondo nel 1492.  Le ultime scoperte archeologiche, tra cui alcune enigmatiche carte geografiche, stanno evidenziando dei particolari nuovi rispetto alla storia che conoscevamo relativi a informazioni che erano tenute ben segrete per vari motivi e che confermerebbero la scoperta del continente americano già prima di Colombo. La stessa città di Firenze sembra coinvolta in questa storia così misteriosa ed affascinante. Infine cercheremo di vedere se ai giorni nostri è ancora vivo lo spirito di conquista e di superamento dei limiti personali e collettivi che caratterizzò questa poco conosciuta cavalleria. Cosa cercavano veramente con le loro caravelle? Solo nuovi territori pieni di ricchezze o la conquista di un Regno mitico e reale allo stesso tempo che da sempre l’umanità anela di ri-trovare?

relatore
Dott. Riccardo Tenaglia

( Associazione Archeosofica sez. di Prato )